Tradimento e sessualità, quando si tradisce per salvare il matrimonio

/, Tradimento/Tradimento e sessualità, quando si tradisce per salvare il matrimonio
  • Tradimento

Cara Dottoressa ti scrivo
Molti pazienti mi  scrivono per parteciparmi gioie e dolori della loro anima e della loro coppia, ed ancora del loro matrimonio sofferente, e per finire, delle loro coppie “altre” da quella ortodossa.
“Sto male con lui..
Sto male senza di lui…
Sposo lui, ma amo un altro..
Vorrei un figlio perché già avanti negli anni, ma non so scegliere tra due uomini..
Ho scoperto che mio marito mi tradisce, e non so come comportarmi…

Amo la mia amante, ed i fine settimana sono davvero un inferno…”e così via.

Lo stato dell’arte della coppia di oggi
La coppia oggi, non gode affatto di buona salute, soprattutto nella sua accezione coniugale e deve spesso fare i conti con il tradimento.
Il tradimento, è sicuramente la forma più atroce di sofferenza dell’animo umano: quando uno dei due partner scopre di avere subito un tradimento – occasionale o reiterato nel tempo, come un vero compagno di viaggio -,  precipita in un baratro di acuto dolore,  e di sconforto, di disperazione e di efferato attacco al proprio narcisismo e fisicità.

Come tradisce l’uomo, come tradisce la donna
Cosa spinge un uomo o una donna a tradire il partner?
Esistono differenze tra tradimenti maschili o femminili?
E’ vero che l’uomo tradisce con il corpo, mosso da furore testosteronico e la donna, esclusivamente con il cuore?
Esistono momenti topici vissuti dalla coppia, che sono a rischio di tradimento?
L’amante, che nutre l’immaginario ed il desiderio, serve a far durare un matrimonio?
Esistono relazioni-matrimoni, immuni da rischi di adulterio?

Tradimento e momento storico: la fedeltà è davvero desueta?
Il momento storico in cui viviamo, è caratterizzato dal tutto e subito, dai tempi dell’etere , dai doppi legami e da un tasso in crescente aumento di separazioni e divorzi.
Il concetto di fedeltà sembra ormai essere in disuso ed in caduta libera, come se rimanere in coppia, nel rispetto e nell’esclusività, fosse ormai un lontano miraggio.

     Il tradimento, assume spesso un  “significato compensatorio”.

Gli attori protagonisti del tradimento, credono di vivere momenti di felicità rubata, altra dal quotidiano e dalla fatica, momenti ad alta gradazione emozionale ed erotica, senza però destabilizzare la loro unione principale.
Le relazioni  “altre” durano nel tempo, quando il contratto iniziale è chiaro, quando cioè gli amanti sono entrambi sposati ed impossibilitati a transitare dal ruolo di amanti a mariti-mogli, senza sperequazioni sia nel sentire, che nel volere.

La scoperta del tradimento: la fascinazione si estingue
Quando però il tradimento viene scoperto, perde il suo magico fascino, facendo precipitare nel dolore e nello sconforto tutti i protagonisti del triangolo amoroso.
Il tradimento, che sia occasionale o seriale, momentaneo o duraturo, rivela sempre una mancanza ed una non soddisfazione all’interno della relazione principale.
Nella mia pratica clinica, mi ritrovo spesso a sostenere e supportare i vari protagonisti del tradimento: mogli abbandonate, mariti adulteri, amanti scoperti ed abbandonati.
Tutti con un elevato livello di infelicità.
Ecco a voi i sintomi
Notti insonni, stomaco chiuso, lacrime inconsolabili, irascibilità incontrollata, scarsa sopportazione ed un dolore atroce che solo il tempo saprà – forse – lenire.

Perché tradiscono gli uomini?

La sessualità e la ricerca del piacere è sicuramente tra le cause più frequenti, ma ve ne sono anche tante altre.
Il  piacere della caccia, della conquista , del potere e del dominio, come antidoto alla paura della vecchiaia e della morte; molti uomini, però sono alla ricerca di tenerezze, attenzioni, amorevoli cure, che magari hanno ormai smarrito tra le mura domestiche.

E le donne, cosa cercano nell’amante?

Le donne, dal canto loro, non  tradiscono solo  per amore o esclusivamente con il cuore,  ma anche per provare e sperimentare emozioni ormai dimenticate e per ricevere gratificazioni narcisistiche e sessuali.
Uno dei momenti topici a rischio di tradimento, è sicuramente il difficile passaggio da due a tre, cioè da coppia a famiglia.
La donna vive un sentimento di oceanica fusione con il nascituro, escludendo e spesso trascurando il compagno.
L’intimità e la sessualità, scompaiono dietro le quinte, a favore della fatica e dell’accudimento del cucciolo.
Immaginare però di salvare un matrimonio, che navigava già in cattive ed agitate acque, non affrontando le difficoltà, che siano relazionali, emozionali o sessuali, è vano e falso, perché a tradimento scoperto ed a paura passata, le difficoltà riemergeranno in forma più acuta e dolente.
Nella ricomposizione di una coppia, post-crisi o nella mediazione di separazione è indispensabile capire le motivazioni del tradimento, la scelta dell’altro\a, valutare caso per caso, l’abitudine o meno  a tradire ed il “significato simbolico” che il tradimento assume per quella specifica coppia.
Diventa poi indispensabile, dal punto di vista clinico, comprendere al significato che il tradimento ha avuto nel segnalare la crisi.
Oggi è difficile non incontrare il tradimento nel difficile percorso di una coppia,  per cui occorre una nuova preparazione, sia per capirne le dinamiche, che per  affrontare questo evento.

Per approfondimenti:
Come superare un tradimento
Amo un uomo sposato ma lui non lascia la moglie

By | 2017-02-15T19:00:11+00:00 19 gennaio, 2016|Categories: Articoli, Tradimento|Tags: |

Scrivi un commento

error: Content is protected !!