Riflessioni

/Riflessioni/

Il mestiere dell’untore. Amore e morte

By | 2018-06-14T10:41:58+00:00 14 giugno, 2018|

Abbiamo serial lovers e serial lovers. Abbiamo contagi per leggerezza o eccesso di fiducia e contagi voluti. Contagi fortuiti e contagi dolosi. Uomini che spezzano il cuore, uomini che uccidono in un colpo solo, ed altri che lo fanno lentamente. Un uomo, Claudio Pinti, ha deciso di indossare i panni dell’untore. Così, donna dopo donna,

La mia breve vita nel gruppo di whatsapp del liceo classico.

By | 2018-06-11T11:13:35+00:00 11 giugno, 2018|

Ore 8.00. Ennesima notifica di WhatsApp: "sei stato inserito in un gruppo". Un altro? Dopo il gruppo delle mamme - terrificante ed ansiogeno, ed anche io sono mamma! -, del Natale, delle rimpatriate, va bene, vediamo un po' di cosa si tratta e, soprattutto, come sopravvivere. Il gruppo del liceo, il tuo liceo! Fai un

Le canoiste, gli hotel, e le differenze di genere. L’amore per il comfort

By | 2018-06-11T09:33:17+00:00 10 giugno, 2018|

I protagonisti di questa storia sono quattro: le canoiste, i canoisti, gli alloggi, e la disuguaglianza di trattamento. La squadra di canottaggio dell’Università di Cambridge è così composta: ragazze e ragazzi, vogatori ed universitari, un connubio vincente. Le ragazze sono tutte universitarie, volenterose, giovani, sportive e vincenti. I ragazzi sono tutti universitari, volenterosi, giovani, sportivi e vincenti. Ad entrambi

Viagra e sex And the city compiono 20 anni. C’era una volta la sessualità…

By | 2018-06-11T09:39:09+00:00 10 giugno, 2018|

Sex and the city compie vent’anni, ed anche il Viagra. Un’atipica coincidenza. La serie tv più famosa d’America che ha sdoganato una sessualità chiara ed esplicita, ludica e spregiudicata, spegne venti candeline. Contemporaneamente, più anziano soltanto di qualche mese, il Viagra, la pillola blu più famosa del mondo, spegne anch’essa le sue venti candeline. Insomma, nelle camere da

La mia giornata al mare. Cuore chiuso per inventario

By | 2018-06-10T16:43:56+00:00 10 giugno, 2018|

Taormina sotto il sole di giugno dovrebbe far parte del patrimonio dell’umanità. Passeggiavo in spiaggia in perfetta solitudine, quando ho incrociato lo sguardo di una turista americana, così ho pensato di ripassare un po’ d’inglese fronte mare. La giovane donna, felice di scambiare due chiacchiere - le mie molto poco chiare, le sue perfettamente inglesi

Muore di tumore a 24 anni. L’amore di un padre le regala l’immortalità

By | 2018-06-06T18:12:50+00:00 6 giugno, 2018|

Immaginate di avere lavorato tanto ad un progetto, più esattamente alla vostra tesi di laurea. Immaginate di essere alle porta del traguardo tanto agognato: la vostra laurea. Immaginate di dover lasciare i vostri appunti, intrisi di fatica, di sudore e di speranza. Immaginate che un tumore, tra capo e collo, si impossessi della vostra vita

Guardo il mondo da un oblò. Social e solitudine

By | 2018-06-04T17:10:14+00:00 4 giugno, 2018|

Nelle terre dei social aumenta la solitudine ed aumentano le perenni connessioni per lenire la solitudine. Insomma, il paradosso dei paradossi. Uomini e donne, giovani e diversamente giovani, figli e genitori, tutti soavemente rapiti dai loro smartphone. Sempre più soli in mezzo alla gente. Questo è lo scenario ridondante a cui assistiamo inermi: in pizzeria,

E lo chiamano amore. Amore criminale

By | 2018-05-31T08:16:18+00:00 31 maggio, 2018|

È successo ancora. Ed è terribile, esattamente come sempre. Una donna di quarantadue anni è stata accoltellata in auto da suo marito - non da uno sconosciuto! - per di più dinanzi al loro bambino. È successo a Saregno, in Brianza. L’uomo era di nazionalità marocchina e si è subito costituito, ad efferato delitto avvenuto.

Grande fratello. Amor proprio addio

By | 2018-05-30T14:32:40+00:00 29 maggio, 2018|

Prima del grande fratello uno, per gli amici GF1, c’era ancora un certo legame tra bravura e televisione, tra bellezza e televisione, tra intelligenza e televisione. Insomma, per stare e per di più a lungo, davanti le telecamere, bisognava essere belli, bravi, raccomandati, ed anche avere una buona dizione e dei contenuti. Dal GF1 in

Gli Asperger e l’amore. L’amore impossibile

By | 2018-05-28T11:54:39+00:00 26 maggio, 2018|

Quando ero ragazzina e mi dilettavo ad osservare le coppie in maniera del tutto amatoriale, credevo che si suddividevano in due categorie: chi si amava davvero, e chi faceva finta. Adesso da adulta e da clinico, mi sono resa conto che esistono tante sfumature di amore: da quelle sane a quelle meno sane, da quelle

error: Content is protected !!