Valeria RandoneNuova sezione  del sito, meno scientifica e più colloquiale, chiamata “Riflessioni sull’Amore”, ma in realtà trattasi di riflessioni sulla vita in generale.

La vita di tutti noi.

Se vi fa piacere, potete scrivere le vostre opinioni in calce all’articolo, unitamente alle vostre emozioni e, se avete qualche dubbio o necessita, potete richiedere una breve consulenza.

Spero sia di vostro gradimento.

L’orgasmo si impara e non si recita

Ebbene sì, e chi lo avrebbe mai detto. Chi impara il latino, chi la matematica, e chi la strada che porta al piacere. Soprattutto quello femminile. La donna non nasce orgasmica, ma orgasmica diventa. L’orgasmo femminile non è meccanico e nemmeno idraulico, è faticoso. Per imparare a raggiungerlo, la donna deve imboccare un cammino impervio, […]

Io mangio da solo. Il cenatore solitario

Recita a copione e desiderio di solitudine si sfidano davanti a un menù, vince l’onestà. “Meglio soli che male accompagnati” sembra estendersi anche alle cene al ristorante. Abbiamo sempre interpretato il cibo, soprattutto al ristorante, come un momento conviviale di condivisione delle emozioni, di dialogo, di scambio. Occhi negli occhi, mani nelle mani, e voce […]

Il marketing dell’amore tra Elo e Tinder

I belli guardano i belli e i brutti i brutti. Nessuna miscellanea di canoni estetici, o di profili poco curati con altri molto ricercati. Il nuovo algoritmo di Tinder, Elo, erige un bel muro di Berlino tra belli e brutti, tra gli iper cliccati e gli ignorati del web. Elo osserva da lontano il cuore […]

L’abbraccio e la cura

Cos’è un abbraccio? È difficile descrivere un abbraccio, perché, in realtà, ci sono molti modi di abbracciare. C’è chi abbraccia con le braccia, chi con i doni, chi con le parole. C’è chi abbraccia con la voce e chi abbraccia con fiori e cioccolatini. C’è chi non sa abbracciare perché non è stato mai abbracciato, […]

Le dotazione di bordo e l’amore

Quando penso a un amore mi piace immaginarlo come se fosse una navigazione condivisa. Una rotta che diventa meta, e una meta che diventa rotta. Il piacere del percorso e dell’approdo. Chi va in mare sa bene che è obbligato a portare con sé una dotazione di bordo, fatta di razzi per le emergenze, di […]

Antropologia di un compleanno

Quanta vita c’è in una vita? Dipende. Ci sono giornate con una buona dose di vita, che regalano vita. Altre che la vita la sottraggono. Altre ancora che scorrono senza che ci accorgiamo di essere vivi, sopravviviamo stentatamente. Quando facciamo il compleanno, esattamente come tanti altri giri di boa della nostra esistenza, ci ostiniamo a […]

Non ti voglio più, vattene

Questa è la triste storia di un piccolo profugo, orfano di genitori vivi. Un maglioncino di lana, tanta amarezza e altrettanta consapevolezza, nessuno zainetto con oggetti personali, angosce o emozioni, come per i figli dei genitori separati. Soltanto otto anni e un rifiuto primario e cocente. Un bambino, un piccolo rom, è stato trovato dai […]

Dalla mela di Eva alla mela della Apple

Sembra proprio che la nostra vita sia disseminata di mele. Cambia la forma, il colore e la misura, ma la mela torna prepotentemente a fare parte delle nostre vite. La prima, la più romantica e sensuale, era rossa, incarnava una tentazione e veniva donata da Eva ad Adamo. Erano altri tempi, e l’uomo cadeva in […]

Lo strip-tease dell’anima. Come te nessuno mai

Viviamo tutti a suon di notifiche e d’urgenza. All’insegna del cicaleccio insopportabile e petulante di whatsapp. Le foto si sono sostituite prepotentemente alle parole, alla profondità della voce e dei contenuti. Il tutto e subito sembra essere diventato un valido surrogato alla capacità d’attesa, al corteggiamento lento, e allo spogliarsi – corpo e cuore – […]

È giusto abbracciare un figlio adolescente?

Un adolescente è evasivo, schivo, solitario. Attraversa una fase della vita caratterizzata da una grande foschia dentro la quale perde di vista se stesso e il mondo. La pelle diventa un organo di confine: separa il suo mondo interno da quello esterno, trasformandosi talvolta in un teatro in grado di ospitare le più grandi battaglie. […]