Riflessioni sull’amore

Valeria randone - Psicologo, sessuologo clinicoNuova sezione  del sito, meno scientifica e più colloquiale, chiamata “Riflessioni sull’Amore”, ma in realtà trattasi di riflessioni sulla vita in generale.

La vita di tutti noi.

Se vi fa piacere, potete scrivere le vostre opinioni in calce all’articolo, unitamente alle vostre emozioni e, se avete qualche dubbio o necessita, potete richiedere una breve consulenza.

Spero sia di vostro gradimento.

La supplenza affettiva

Supplenza affettiva è un termine a cui sono molto legata e che ho ereditato dal meraviglioso patrimonio lessicale di un mio carissimo amico, il professore Furio Pirozzi Farina, che da qualche mese si è purtroppo trasferito altrove. La supplenza affettiva è quella condizione di compensazione di un cuore scompensato che in particolari momenti della vita…

Scegliere o farsi scegliere?

La scelta, anzi la possibilità di scegliere, ha un fascino misterioso. È calamitante e respingente. Il rapporto con la scelta è ambivalente e tormentato, come se si trattasse di scelte perennemente irreversibili. Ci sono scelte che non fai di cui ti penti, e altre che fai di cui non ti perdoni e di cui avresti…

Amori impossibili, amori difficili

Ci sono amori che sono difficili, altri (pochi) ricordano dei cammini pianeggianti, altri ancora appartengono alla categoria degli amori impossibili. Ci sono amori che sono eccessivi. Troppo grandi per essere contenuti in una sola vita. Straripanti. Sconfinati e dolorosi, per diventare poi doloranti. Troppo complicati, dalla difficile lettura ma al tempo stesso calamitanti. Troppo confusi…

Abbandoni seriali e rischi estivi

Ho scritto del freddo di agosto, dell’ansia da felicità sotto l’ombrellone. Ho scritto ancora del bisogno di risolvere le disfunzioni sessuali prima delle vacanze. Dei cani che, maledettamente e vergognosamente, vengono abbandonati in agosto. Degli Sos del cuore e della solitudine cocente, resa ancora più cocente dal tempo dilatato e dal rumore del silenzio. Delle…

La mela e il suo albero

La dolcezza che hai non è per me. Per me non ci sono racconti, emozioni, segreti e condivisioni. Qualche sporadico abbraccio, ma di quelli di sfuggita dove non puoi sostare e nemmeno sentire o abitare. Con me c’è quel rapporto di superficiale convivenza che io a fatica cerco di traportare in profondità diventando noiosa e…

Infedeltà. Un’attività non solo vacanziera

Narcisisti o semplicemente narcisi. Belli e dannati o semplicemente belli e senz’anima. Anime sole o single irriducibili. Annoiati, audaci, eterni Peter Pan (anche attempati), paurosi, temerari. Amanti seriali o bugiardi cronici, cacciatori indefessi di nuove e più suggestive conferme del loro fascino. Afflitti, talvolta, da un disturbo borderline di personalità, senza saperlo riempiono il vuoto…

Quell’afrodisiaco chiamato stima

C’è sempre qualcosa di incomprensibile nell’amore, e ancora di più incomprensibile nell’attrazione. Ci sentiamo attratti da quello che non conosciamo e da quello che ci è familiare. Ci sentiamo attratti da tutto ciò che ci stupisce e che ci rassicura. Ci sentiamo attratti dalle nostre parti psichiche nuove che l’altro fa nascere e germogliare, rendendoci…

Ingratitudine

Mio padre mi diceva sempre: fai del bene e scordalo, fai del male e ricordalo. Ero piccola e non comprendevo sino in fondo il reale significato di questa pillola di saggezza. Adesso che il significato di quelle parole mi è rimasto addosso e dentro, me lo ritrovo spesso durante le mie giornate da osservatrice-scrittrice. Mio…

Il lavoratore agonista

In periodi di Olimpiadi a me viene in mente una categoria di persone invisibili: i lavoratori agonisti. Coloro che, mossi da uno spirito di sacrificio e abnegazione assoluta, consegnano la loro vita al lavoro. La derubricano di quell’aspetto gaudente e godereccio e la infarciscono di missioni e successi. Lavorano sodo, senza distrazioni o cospirazioni, per…

Più io, meno tu

In un mondo sempre più ego centrato la tendenza all’accusa rimane un’abitudine diffusa. Anche in amore. Anche tra gli amanti i toni sono spesso duri e accusatori. Frasi che tagliano più di mille lame diventano tristi e pericolose abitudini. Trasportano in territori franosi dai quali, talvolta, è faticoso venirne fuori. Dita puntate e toni spietati…

Menu
error: Il contenuto è protetto