Disfunzioni Sessuali Femminili

/Disfunzioni Sessuali Femminili

Dolore clitorideo, clitoralgia, piacere sessuale assente e scadente qualità di vita

By | 2017-02-09T10:13:17+00:00 7 novembre, 2016|Categories: Disfunzioni Sessuali Femminili|Tags: , , |

Il dolore clitorideo danneggia spesso la salute sessuale delle donne facendo diventare l'intimità un catastrofico atto amoroso. Cos'è il dolore sessuale? Ed il dolore clitorideo? C'è differenza tra il primo ed il secondo? Il dolore clitorideo ha sede solo nel clitoride? Il dolore clitorideo intacca l'anima o il corpo della donna? Il dolore clitorideo da

PSAS Sindrome da Eccitazione Sessuale Persistente

By | 2016-12-20T17:05:01+00:00 3 ottobre, 2016|Categories: Disfunzioni Sessuali Femminili|Tags: , , , |

La PSAS o sindrome da eccitazione persistente è una sgradevole condizione al femminile che obbliga le donne a praticare autoerotismo, ma senza sortire nessun beneficio. Una fitta al basso ventre, a tutte le ore del giorno e della notte. Un disagio perenne, improvviso. Un'eccitazione persistente, perentoria. Un orgasmo che non appaga. Uno stato di ansia

Lybrido, un farmaco per l’orgasmo femminile: anche le donne medicalizzate

By | 2017-02-14T16:46:42+00:00 15 marzo, 2013|Categories: Disfunzioni Sessuali Femminili|Tags: |

La notizia Il New York Times Magazine annuncia in ante prima l’arrivo in commercio di un uovo farmaco per la sessualità femminile: Lybrido. L’articolo contiene parecchi spunti di riflessione ed elementi chiaramente provocatori in cui il giornalista, autore dell’articolo, si chiede se lo scarso desiderio sessuale di molte donne,  possa dipendere da rapporti un po’

Punto “G”, leggende metropolitane o realtà?

By | 2017-02-08T17:47:35+00:00 14 marzo, 2012|Categories: Disfunzioni Sessuali Femminili|

Perché si tenta di omologare la sessualità femminile a quella maschile? Del punto G si è tanto parlato, oscillando tra gossip e scientificità. Gli studiosi del famoso o meglio famigerato punto G, si dividono esattamente a metà: i sostenitori e gli scettici. Cerchiamo di comprendere insieme di cosa si tratta e come correla, se correla,

L’eiaculazione femminile, esiste davvero

By | 2017-02-14T18:58:41+00:00 14 marzo, 2012|Categories: Disfunzioni Sessuali Femminili|Tags: |

Dibattuto che divide gli scienziati in due: chi crede e chi no. Chiamarla eiaculazione femminile, se nel presunto eiaculato, non vi sono spermatozoi? dibattuto che divide gli scienziati in due: chi crede e chi no. E, soprattutto, perché si sente il bisogno di omologare la sessualità femminile a quella maschile? In un momento storico di

Viagra rosa e sessualità femminile

By | 2017-02-09T10:20:05+00:00 8 giugno, 2010|Categories: Disfunzioni Sessuali Femminili|

La sessualità maschile e femminile, sono profondamente differenti, per qualità e tempi dell’eccitazione.
La sessualità femminile, è estremamente complessa e molto più cerebrale di quella maschile, la prima viene detta di “mucosa” , la seconda , ribattezzata da noi sessuologi “d’organo”, è sicuramente più visibile, quantizzabile e molto  più meccanica.
Le donne, per cultura ed educazione, hanno sempre sostenuto e, rinforzato la sessualità dei loro compagni, rassicurandoli, gemendo e  “mentendo spudoratamente sotto le lenzuola”, con modalità consolatorie.

Desiderio sessuale femminile presente, eccitazione assente

By | 2017-08-07T12:02:31+00:00 8 giugno, 2010|Categories: Disfunzioni Sessuali Femminili|

Molte donne, con una percentuale sempre in aumento, hanno difficoltà a rispondere ad uno stimolo erotico, che a loro stesso dire, risulta essere adeguato.
Il disturbo dell’eccitazione è un disturbo che non inficia la fase del desiderio, la paziente infatti, pensa, immagina, desidera esperienze a contenuto sessuale, ma quando si trova ad essere esposta ad uno stimolo erotico avviene una sorta di “paralisi emotiva e corporea”, come se non ne sentisse né il sapore e nemmeno l’odore dell’esperienza vissuta.

Aborto e sessualità, sindrome post abortiva

By | 2016-11-21T18:56:15+00:00 8 giugno, 2010|Categories: Disfunzioni Sessuali Femminili|Tags: |

L’aborto volontario, detto interruzione volontaria di gravidanza (IVG), rappresenta un’esperienza caratterizzata da una forte connotazione emozionale e morale, amplificata da sensi di colpa e sentimenti di vergogna.
Le riflessioni possibili oscillano dall’aspetto morale, a quello religioso, a quello procreativo, alle ripercussioni che questo evento luttuoso ha sulla coppia, sui partners e sulla futura sessualità della donna.
Il più alto tasso di IVG, è riconducibile a donne coniugate con uno o più figli ed a donne non coniugate senza figli, la commercializzazione della contraccezione d’emergenza, ha ridotto invece il tasso di aborti volontari, correlati alle minorenni.

Conflitti femminili tra sessualità ed alimentazione

By | 2016-12-14T18:48:37+00:00 8 giugno, 2010|Categories: Disfunzioni Sessuali Femminili|

Il mondo di oggi, in cui viviamo, propone ed impone un modello femminile di magrezza obbligatoria, come se l'unico modo possibile di essere attraenti e desiderabili, fosse  associato esclusivamente  alla taglia quaranta. La televisione, le riviste modaiole, lentamente, ma costantemente, hanno sdoganato un' immagine di donna magra, ossuta, legnosa, poco morbida o accogliente sul piano corporeo, che evoca fantasie di mal nutrizione, più che erotiche-sessuali, creando un'associazione mentale tra magrezza, bellezza e sessualità.
Esiste una correlazione tra oralità e sessualità?
In effetti si, sia sessualità che oralità oggi, sembrano abitare in una cornice temporale ed ambientale, fatta più di patologia che di piacere.

Mancanza d’orgasmo femminile e cattivo utilizzo dell’immaginario erotico

By | 2017-02-14T15:12:17+00:00 8 giugno, 2010|Categories: Disfunzioni Sessuali Femminili|Tags: , , , , |

La sessualità femminile è molto più complessa e cerebrale di quella maschile.
Per le sue caratteristiche di cerebralità, di difficoltà nell’analisi e decodifica e di estrema interiorizzazione dell’esperienza del piacere, viene detta “sessualità di mucosa”, che si differisce da quella d’organo, di maschile memoria.
Tra le leggende metropolitane e false credenze correlate alla sessualità femminile e, soprattutto alla risposta orgasmica della donna, impera e dilaga, quella correlata alla differenziazione tra “orgasmo vaginale” associato a donne mature ed appagate, reputato infatti dall’immaginario collettivo, un orgasmo di serie “A”, da quello “clitorideo”, associato invece a  donne acerbe, immature, dalla sessualità infantile ed irrisolta e soprattutto considerato di serie “B”.

error: Content is protected !!