Tre minuti di rapporto sessuale, io me ne vado

Salve dottoressa,
io mi sono davvero stancata. Lo lascio. Non ne posso più. La nostra sessualità è un distato senza fine. I nostri rapporti sono frettolosi e insoddisfacenti e io rimango nervosa e intrattabile. Lui sembra non interessarsi a me. È un egoista. C’è una soluzione a tutto questo male?
Grazie

Partiamo dalla fine. Si c’è una soluzione a tutto questo male e si chiama terapia sessuologica per la cura dell’eiaculazione precoce, ma prima serve una diagnosi rigorosa e competente. La diagnosi non può essere fatta tenendo conto soltanto del suo racconto, sicuramente attendibile ma senza il diretto interessato, serve tanto altro.
I minuti sono una delle tante cose da dover analizzare, ma non serve solo una lancetta dell’orologio.
Non si disperi, lui non è egoista è ammalato. Soffre di una disfunzione sessuale che gli fa indossare i panni dell’egoista, del frettoloso, del noncurante delle sue esigenze del corpo e del cuore. Ma non è colpa sua.
Un abbraccio e coraggio.

Chi ha piacere di ricevere i miei scritti e video in e-mail, può iscriversi in maniera gratuita alla mia newsletter settimanale e al mio canale YouTube.
Chi ha una questione di cuore da raccontarmi e gradirebbe una risposta può scrivere qui.

Altre storie che potrebbero piacerti

Menu
error: Il contenuto è protetto