Dare dignità alla fine di un amore

Buonasera dottoressa,
lasciarsi è un’esperienza dolorosa, si ha la sensazione che ci siano ancora da dirsi le ultime cose. Sono passati quasi due mesi da quando io ho preso la decisione di chiudere una storia tormentata da un passato ancora troppo presente. Due settimane fa ho perso mio padre ed ho ricevuto le condoglianze del mio ex compagno e della sua famiglia. Vorrei chiamarlo per esprimere la mia gratitudine per essermi stato vicino anche solo idealmente. Ma non so se sia giusto per lui risentirci, visto che ancora nutre qualche speranza di un nostro ritorno. Allo stesso tempo sento ancora di voler dire le ultime parole per dare più dignità a una fine.
Grazie.

Gentile Lettrice,
le parole non sono mai abbastanza per dare dignità alla fine di un amore e al suo passato.
Ogni passato, soprattutto quando è stato interrotto e reciso per vari motivi, merita un chiarimento. Se il suo lutto vi ha aperto il cuore, perché non dirvi quelle parole che mai dette? Ne guadagnereste in chiarezza del cuore. Quando un amore muore non sempre la fine della relazione corrisponde alla fine del sentimento, o per lo meno non in entrambi i partner. Talvolta accade all’improvviso e senza strascichi postumi, altre volte rimane in prognosi riservata per un po’ per passare poi all’addio definitivo.
Un amore accompagnato degnamente alla morte regala dignità al sentimento provato.
Un caro saluto

Chi ha piacere di ricevere i miei scritti e video in e-mail, può iscriversi in maniera gratuita alla mia newsletter settimanale e al mio canale YouTube.
Chi ha una questione di cuore da raccontarmi e gradirebbe una risposta può scrivere qui.

Seguimi su Facebook (clicca qui) e su Instagram (clicca qui) e guarda le mie foto.

Altre storie che potrebbero piacerti

error: Il contenuto è protetto