Lui mi esclude e mi maltratta, cosa posso fare per evitarlo?

Buonasera dottoressa,
siamo una coppia e conviviamo da un anno, ma litighiamo spesso. 
Il problema più grande che accuso è la sua tristezza che, anche se deriva dal suo lavoro, lo porta ad escludere me.
Così porta nel legame freddezza, risposte sbagliate e scontri continui.
Come posso modulare il mio comportamento per evitare scontri?
Grazie per la risposta.

Gentile Lettrice,
è interessante notare come lei tenda a mettersi subito in discussione. Si sente sbagliata. Inadeguata. Vuole modulare il suo comportamento per evitare di ricevere risposte algide e piccate. Giustifica il suo partner ma non tutela il suo sentire.
Una coppia è ben più complessa della somma di due persone.
Ci sarebbe tanto da sapere di lei, di lui, di voi, della gestione verbale e non verbale dei litigi, dei vostri rispettivi inconsci e copioni familiari ereditati.
La risposta non è sicuramente dipanabile in qualche riga.
Si chieda quanto spazio interno ha ancora disponibile per la sofferenza e cosa le impedisce di chiedere un cambiamento in funzione della gentilezza e chiarezza.
E se non riesce da sola si faccia aiutare da un professionista.

Chi ha piacere di ricevere i miei scritti e video in e-mail, può iscriversi in maniera gratuita alla mia newsletter settimanale e al mio canale YouTube.
Chi ha una questione di cuore da raccontarmi e gradirebbe una risposta può scrivere qui.

Seguimi su Facebook (clicca qui) e su Instagram (clicca qui) e guarda le mie foto.

Altre storie che potrebbero piacerti

error: Il contenuto è protetto