Identikit di un infedele. Controllare le avvertenze, potrebbe avere effetti collaterali

L’infedele è colui (o colei, per evitare equivoci) che tradisce in cronico.
Che millanta. Che seduce e che delude.
Che ruba l’anima e che ne beve il siero.
È colui che ammanetta alla sua ambivalenza spacciandola per discrezione.
È colui che ha il telefono strategicamente senza campo quando non desidera essere disturbato.
È colui che ha whatsapp senza l’orario d’accesso o che ha l’accesso in orari improponibili.
È colui che abita più social e più chat al tempo stesso, sfruttando il dono dell’ubiquità.
È colui che chatta con fare bulimico, in assoluta stereofonia, ondeggiando qua e là, per tentare di nutrire il suo narcisismo imperante.
L’infedele cronico è colui che ha bisogno di tradire, di amare; di innamorarsi dell’amore più che dell’oggetto d’amore.
È tenace, coriaceo, affila le armi della seduzione con l’esperienza e impara a camminare sui carboni ardenti rimanendo immune da ferite plurime, esattamente come fanno i fachiri.
È colui che diventa depositario di segreti e di preoccupazioni, di desideri di trasgressione e di amori proibiti.
È un narciso, predatore onnivoro di esseri umani, non curante degli effetti collaterali del suo agire.
Durante il suo cammino, l’infedele cronico, mette a punto elaborate strategie di infedeltà e di infelicità. Altrui.
Adora la promiscuità e l’assenza di lealtà, trasferendo alla sua preda il messaggio opposto.
È abile, non conosce il senso di colpa e suo fratello il senso del dovere.
La fedeltà gli sta stretta e gli procura fame d’aria, come la tangenziale per gli ansiosi.
I progetti lo inquietano e la variabile tempo che passa sembra più una minaccia che una promessa.
Controllare bene le avvertenze potrebbe avere effetti collaterali.
Evitare le dosi massicce, potrebbero portare assuefazione e dipendenza.
Se farne uso diventa diventa davvero indispensabile, le dosi omeopatiche sono caldamente consigliate.
L’infedele, se lo conosci lo eviti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

error: Il contenuto è protetto