Il venditore ambulante di ricordi

Quando ero bambina venivo rapita dal vociare dei venditori ambulanti.
Ognuno con il proprio lessico colorito e colorato vendeva qualcosa. Chi osannava le proprie mele, chi gli stracci per casa, chi i cappelli per il mare, chi il proprio pesce appena pescato.
Le mie nonne si muovevano con destrezza tra le bancarelle del pesce e della frutta. Erano competenti, ne conoscevano i colori, la consistenza e i tempi di maturazione. Nel caso del pesce, conoscevano anche la provenienza e i possibili tempi e modi di cottura. Tutto era variopinto e scintillante, così come lo erano le schiene dei pesci azzurri che, sotto i raggi del sole della mia isola, diventavano argentee.
In Sicilia il mercato, soprattutto del pesce, ha colori luccicanti e un vocio che incanta perché ricorda una nenia, un mantra ipnotico. Decisamente incomprensibile per i non isolani.
Da grande non ho più il tempo di andare per mercati ma ho ancora nelle orecchie il lessico dei venditori, unicamente alla loro enfasi.
Negli anni ho compreso che esistono anche dei venditori ambulanti di ricordi, si manifestano sotto mentite spoglie.
I luoghi che incontri. Le persone che si intrecciano per caso o per destino al tuo cammino. I cibi che mangi e che ti fanno ripiombare lì: dove hai amato tanto o pianto tanto.
Le parole che usi per raccontare, per scrivere o per curare, che magari hai ereditato e fatto tue da chi hai voluto bene e magari non c’è più nella tua vita e che ti ha insegnato tanto. I ricordi ti raggiungono e ti regalano il coraggio per aprire il lucchetto della memoria più sofferta e nostalgica; e ti ritrovi in un battibaleno in un altrove dove i desideri sono difficilmente separabili dalle mancanze.
Cosi, ti accorgi, che se hai orecchie per sentire, occhi per vedere e un cuore spalancato per contenere e conservare tutto, il bello e il brutto, ti accorgi che ci sono tante bancarelle ambulanti in ogni dove.
Dentro e fuori da te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu
error: Il contenuto è protetto