Si incontrano per caso. Si riconoscono e si scelgono. Si innamorano e si sposano. Siamo in Sicilia, esattamente quarantadue anni fa. Lei è una giovane sposa, innamorata della vita e dell’amore. Lui ha quindici anni più di lei e ha un segreto: non può avere figli.
Decide di custodire in fondo al suo cuore il suo segreto e di non dirle nulla perché l’amava talmente tanto da volerla a sé a ogni costo, o forse non l’amava talmente tanto da rischiare di lasciarla andare. Passano gli anni e lei comunica al mondo e a lui di aspettare un bambino. Anche lei, adesso, ha un segreto, ma non accetta di averlo. Lo ignora, va avanti, così come va avanti il suo ventre pieno d’amore e di vita. Agli occhi di tutti non c’è nulla di strano, ma in fondo al suo cuore, lui sa che non si tratta di un miracolo. Nasce questo bellissimo bambino dagli occhi scuri e dai tratti siciliani. Gli somiglia, nonostante tutto. Somiglia a entrambi. Lo crescono con immenso amore, diventano famiglia. La famiglia si mette in cammino, attraversa tutte le tappe e tutte le mareggiate, ma rimangono famiglia e anche coppia. Passano gli anni, i decenni, lui diventa anziano, più velocemente di lei. Si ammala, peggiora di giorno in giorno sempre di più. In punto di morte chiama la moglie, le dice che sa, che per lui non cambia nulla, non è mai cambiato nulla, che quel bambino, il loro bambino, è frutto del destino. Dice alla moglie incredula del suo drammatico segreto, che non le aveva mai confessato per paura di perderla. Quando in realtà la stava perdendo del tutto, un regalo inaspettato della vita la riporta a lui. Il senso di colpa per non averle mai detto la verità gli ha impedito di essere geloso, vendicativo, di lasciarla, di non riconoscere il bambino. Adesso, in punto di morte, sa bene che tutto quello che è stato fatto e vissuto è stata la cosa migliore che gli potesse accadere nella vita.
Perché amore non è solo amare; il primo accade, il secondo si fa.

Vuoi chiedermi qualcosa?

SCRIVIMI ADESSO

La tua privacy è al sicuro!
Il messaggio arriverà direttamente a me e risponderò io in persona.