Voglio un mondo che non sia febbrile ma gentile. Dove gli aerei partono ogni ora e le mascherine non siano indispensabili orpelli.
Voglio un mondo che sia più verde che color cemento; che sia più silenzioso e accogliente che rumoroso e respingente.
Voglio un mondo che sia gentile.
Voglio dare e avere amore a profusione, braccia sempre aperte, un cuore mai avido o stanco.
Voglio tuffarmi nella bellezza del sorriso di un bambino che ancora crede. Voglio innamorarmi di una coppia che ancora si parla e si bacia, e aiutare chi non lo sa fare o ha smesso di farlo.
Voglio dare quello che non ho, ma essere sempre quella che sono.
Voglio vedere sorrisi di donne che non hanno paura, che possono diventare madre perché hanno avuto un padre, una madre, un affetto stabile, un amore e anche un lavoro; e che non debbano scegliere tra l’uno e l’altro.
Voglio un mondo pieno zeppo di uomini che non hanno paura di amare e di dare, che non si risparmiano, che non utilizzino la bilancia dell’amore ma l’amore senza bilancia e senza parsimonia. Uomini che siamo gentili e non ostili, protettivi e non compulsivi.
Voglio un mondo dove gli animali abbiano un posto stabile nelle nostre vite: senza abusi, soprusi e scompensi affettivi.
Dove il rispetto e l’educazione ci camminino a fianco, che ci invitino a guardare un po’ più in là del nostro naso, e del nostro ego.
Dove nessuno catturi e manipoli nessun altro, e amare o non amare diventi una scelta possibile e non letale.
Mi piacerebbe poter consegnare a mia figlia e ai suoi figli un mondo migliore, un mondo gentile.
La volgarità e l’aggressività sono più nocive di mille armi, la gentilezza rimane l’unico antidoto all’ignavia.

Vuoi chiedermi qualcosa?

La tua privacy è al sicuro!
Il messaggio arriverà direttamente a me e risponderò io in persona.