Le donne tormentate le riconosci subito: brillano

Sono le donne tormentate, spigolose, ombrose, quelle che sanno dare. Che sanno esserci nella tua vita quando hai più bisogno e anche quando non ne hai.
Sono le donne tormentate che hanno più amore da dare e che sanno donarlo. Che lo impastano con le mani, come si impasta il pane, che lo mettono al riparo e aspettano che lieviti.
Sono donne che non si concedono a chiunque. Che scelgono e non si fanno scegliere. Che amano la gradualità, il rispetto, il pudore.
Sono donne che non parlano con tutti e, quando parlano, hanno davvero qualcosa da dire.
Sono donne che sanno ascoltare, con il cuore e con le orecchie. Che ci sono e quando vanno via ti fanno sentire freddo e fame.
Sono donne che trasudano la loro intensità e il loro tormento. Perché loro non sono diventate quello che hanno subito ma hanno trasformato i danni in doni, e proprio perché non si sono consegnate al livore vengono tacciate come difficili, diverse, bizzarre.
Le donne tormentate ti studiano bene prima di aprirti il cuore, e quando lo aprono, pian piano, sarà per sempre.
Sono donne che sanno ascoltare il silenzio e in silenzio, che vedono l’invisibile, che accarezzano con lo sguardo e abbracciano con le parole.
Sono donne che amano i fatti e le cose concrete. Che donano e si donano, ma che non si buttano via al primo complimento o materasso che passa.
Le donne tormentate hanno dovuto imparare a proteggersi da sole e a proteggere chi amano. Hanno imparato sulla loro pelle e sul peso della loro schiena a non contare su nessuno, a farcela da sola, a reggersi in piedi senza stampelle, surrogati affettivi, supplenze del cuore, rattoppi.
Quelle donne, quelle difficili, che non amano i compromessi, che non si accontentano e hanno imparato a dire di no. I loro no sono dei no pieni, ben pronunciati, sonori, rotondi e vibranti, sintonizzati sulle corde emotive del loro cuore.
Perché loro, le donne tormentate e difficili, si conoscono in profondità e non confondono più un sì per dovere con un sì per piacere.
Sono le donne tormentate che sanno sentire il dolore degli altri, perché hanno già guardato in faccia il loro.
Delle donne tormentate ti puoi fidare, perché se entri nel loro cuore hai già superato tanti dossi e altrettanti rallentatori, e con una buona probabilità non ne verrai fuori mai più.

Chi ha piacere di ricevere i miei scritti e video in e-mail, può iscriversi in maniera gratuita alla mia newsletter settimanale e al mio canale YouTube.
Chi ha una questione di cuore da raccontarmi e gradirebbe una risposta può scrivere qui.

Seguimi su Facebook (clicca qui) e su Instagram (clicca qui) e guarda le mie foto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

error: Il contenuto è protetto