Il cuore non è per tutti. È un luogo intimo, che non si posta, non si concede e non si condivide con la prima persona che passa.
Non si baratta per lenire solitudini mascherate. Non si permuta per qualche like o ammirazione transitoria e fatua.
Non è semplicemente un organo, ma è il fulcro su cui ruota la nostra vita emotiva, la nostra interiorità, il nostro spazio per l’altro, per l’amore, per l’ascolto e la reale comprensione.
Se qualcuno avesse il potere di guardarci dentro, e noi gli concedessimo il privilegio della fiducia, ci troverebbe tante ambivalenze, contraddizioni e paure. Tutti quegli sbagli disposti in fila indiana che hanno il sapore dell’unicità e dell’identità.
Quella struggente tenerezza di quello che abbiamo vissuto, di chi abbiamo amato o pensato di farlo.
Ci troverebbe l’eco delle risate e dei silenzi. Gli incontri, i quasi incontri, gli incontri mancati e i non incontri.
Ci troverebbe i nostri fallimenti e crepe, le successive riparazioni e le cicatrici indelebili, quelle che anche se abbellite e rese addobbi per il nostro cuore, purtroppo non passano e ancora dolgono.
Ci sono cuori pieni e altri vuoti. Alcuni pieni di energia, di entusiasmo e di speranza. Altri, quelli più provati o ingarbugliati, hanno al centro una voragine, l’angoscia, il buio; ma nonostante ciò battono ancora più forte nel tentativo di essere riparati e anche ascoltati.
Questi sono i cuori più belli. I più luminosi, anche se non lo sanno. Sono i cuori con vista. Appartengono a chi ha fatto pace con sé stesso, a chi si piace e si è perdonato e anche accettato. A chi si chiede scusa e si dice anche grazie. A chi non tenta di essere come qualcun altro e abbraccia la sua unicità, anche se ferita.
Nel mio lavoro ho il privilegio di occuparmi di questi cuori, quelli rattoppati e vibranti. Senza dubbio i miei preferiti.

Chi ha piacere di ricevere i miei scritti e video in e-mail, può iscriversi in maniera gratuita alla mia newsletter settimanale e al mio canale YouTube.
Chi ha una questione di cuore da raccontarmi e gradirebbe una risposta può scrivere qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

error: Il contenuto è protetto