Che magia che sono le lettere.
Si fanno contenitore e ascolto, si fanno parole e missiva. E intanto sono mute.
Dentro una lettera – oggi purtroppo abbiamo smarrito la carta e ci siamo trasferiti dentro una email – c’è tanto di noi. Ci sono le nostre speranze silenziose miscelate alle nostre emozioni, c’è il nostro tratto sulla carta che varia in funzione dell’intensità che vogliamo imprimere nel foglio e nell’altro.
Le scriviamo quando siamo affaticati o stanchi, per ritrovare l’energia smarrita e cercare di capire dove le abbiamo perdute e soprattutto perché o con chi. Le scriviamo quando siamo talmente angosciati e preoccupati e l’unico sollievo deriva dal travasare il nostro mondo interno altrove e guardarlo alla giusta distanza nella speranza che il dolore si stemperi.
Le scriviamo quando siamo innamorati. Quando desideriamo che il nostro tumulto emotivo arrivi al partner amato, e lì rimanga a lungo.
Travasare su una pagina di carta o su un foglio word parole e pensieri, emozioni e desideri aiuta anche l’eros, soprattutto quello sopito o in via d’estinzione.
Le parole scritte sono una meravigliosa e potentissima strategia per nutrire il desiderio sessuale e per evitare che il tempo e le abitudini lo possano impolverare o sbiadire.
Una chat o una email ed ecco che la parola scritta si incide a fuoco in chi scrive e in chi legge. A lungo e per sempre. Grazie ai desideri fatti parole un partner abita lo scenario fantasmatico dell’altro e il legame si rinforza sempre di più. La sessualità smarrisce ogni forza e ogni magia quando diventa circense, meccanica, noiosa, ripetitiva, scevra di fantasie e parole.
Il sesso non prospera nella monotonia, scriveva Anaïs Nin.
Senza sentimento, invenzioni, tumulti emotivi, la noia si sostituisce alla creatività a letto. Il sesso dovrebbe essere concimato di sensi e di parole, di risate, di spezie e di vino, di scenate di gelosia, di baci appassionati e di promesse d’amore eterno.

Chi ha piacere di ricevere i miei scritti e video in e-mail, può iscriversi in maniera gratuita alla mia newsletter settimanale e al mio canale YouTube.
Chi ha una questione di cuore da raccontarmi e gradirebbe una risposta può scrivere qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

error: Il contenuto è protetto