L’incanto dell’amore

A volte arriva sotto mentite spoglie, difficile da riconoscere. Altre volte arriva in un momento sbagliato della vita, quando le sofferenze del passato sono ancora così tanto attuali da impedire di vivere il presente e di sperare in un futuro.
Altre volte ancora viene cacciato via come se fosse un appestato, tacciato di pericoloso inquinamento emotivo.
Così, ferita dopo ferita, c’è chi fa finta di non avere un dolore, e anche un cuore, chi lo rimuove.
Chi lo trasforma in un danno permanente e chi cerca di fuggire via dalla propria stessa vita.
Anche se a volte lo faremmo con immenso piacere, non si può fuggire dalla propria vita, si possono soltanto riparare le ferite e il cuore con l’ago della pazienza e il filo della perseveranza.
Ma come si riconosce l’amore?
L’amore è una meta o un percorso? A volte, quando si sta bene, la meta è il viaggio, altre volte siamo così impegnati ad arrivare alla meta che ci smarriamo sia la meta che il percorso ( lo stesso accade agli affamati d’amore).
A volte ti accorgi che in sua compagnia – non dell’amore o della sua idea, ma di lui o di lei – ti batte ancora il cuore, sei viva e anche vegeta. Altre volte senti di poter abitare un silenzio senza sentirti minacciata o responsabile. Altre volte ancora senti che da innamorata alcune parti del corpo e del cuore tornano a casa. Ti senti integra. Al posto giusto nel momento giusto. In pace con te stessa e con il mondo. Con il cuore pieno e le mani che non hanno bisogno di fare, come quando il cuore si ingarbuglia, ma puoi anche rimanete soltanto a sentire anche senza capire.
L’unica cosa certa nelle terre misteriosa dell’amore è che l’amore ama i coraggiosi, gli onesti. Coloro che brillano quando c’è più buio.
Coloro che non scappano, che non permutano, che non puniscono con il silenzio, con la presenza intermittente. Coloro che scelgono, che parlano e che dicono, che ci sono. Che indossano i gesti e li trasformano in parole e che non si trincerano in parole vuote senza gesti. Coloro che non indossano maschere e false identità. Ma che semplicemente sono.
L’incanto dell’amore arriva per tutti ma bisogna avere un cuore vibrante e luminoso per poterlo prima riconoscere e poi abbracciare.

Chi ha piacere di ricevere i miei scritti e video in e-mail, può iscriversi in maniera gratuita alla mia newsletter settimanale e al mio canale YouTube.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu
error: Il contenuto è protetto