Mia moglie, la sua prima volta e il suo ex

Gentile Dott.ssa Randone,
la mia è la storia di un uomo (e marito) che, nel corso del fidanzamento si è visto propinare, a freddo, cioè, senza richiesta alcuna, dalla attuale moglie, frasi di questo genere: “la prima volta accade solo una volta”, “ci si attacca all’uomo con cui lo fai la prima volta”; “la prima volta per una donna è una cosa che non si scorda mai”; “pensa se fossi stato tu al posto suo e, dopo aver avuto l’onore di farlo con me la prima volta, ti avrei lasciato”.
Mi disse di aver perso la sua verginità il giorno del compleanno del suo EX, eccetera, sullo stesso tenore. Dopo qualche giorno di malessere, ci passavo sopra. Tant’è vero che ho sposato questa donna e ho due figli. Credevo di aver metabolizzato tutto fino a quando, circa dieci anni fa, tornando dalla sua casa di famiglia, mia moglie mi disse, ridendo, che la bambina aveva trovato le fotografie di lei ed il suo ex (il primo uomo) e che, stizzita, s’era messa a strapparle. È come se avesse buttato benzina su di un fuoco mai sopito.
Da quel momento, non ho avuto più pace. La gelosia retroattiva si è impossessata della mia psiche, provo un rifiuto fisico per mia moglie e non riesco a cambiare atteggiamento. Non comprendo i motivi per i quali mi abbia detto frasi come quelle sopra indicate, senza che io chiedessi nulla. Sono molto confuso. Tengo a precisare che, in vita mia, non ho, mai, cercato donne illibate, anzi. Tuttavia, questa volta rimpiango di non averlo fatto. Sono confuso. Grazie!!!

Buonasera gentile Lettore,
frasi come quelle dette da sua moglie sono desuete, decisamente poco veritiere. Mi chiedo perché abbia sposato lei se ritiene indissolubile il legame con l’uomo della prima volta. Quella volta acerba, impacciata, quasi obbligata, niente di che, come spesso accade e come sanno bene le donne che la vivono.
E perché glielo ricorda, pur consapevole di farle del male.
Siamo certi che non voglia ferirla per altro? e utilizza il suo passato amoroso? Il vostro legame su cosa si fonda? alleanza? stima? giusta distanza? allegria? empatia? buona sessualità?
Credo che dovrebbe rispondere a queste domande per cercare di orientarsi, almeno un po’.
In alternativa provi a richiedere una consulenza di coppia: luogo dell’ascolto profondo e della chiarificazione.
Ci sono tante promesse volte nella vita, anche e soprattutto del cuore. Le più belle.
Un caro saluto

Chi ha piacere di ricevere i miei scritti e video in e-mail, può iscriversi in maniera gratuita alla mia newsletter settimanale e al mio canale YouTube.
Chi ha una questione di cuore da raccontarmi e gradirebbe una risposta può scrivere qui.

Altre storie che potrebbero piacerti

Quando lui non vuole

Gentile Dottoressa, ho letto la sua riflessione sulla ricerca di colpe quando ci sono disfunzioni sessuali. Sicuramente ha ragione quando dice che non ci sono colpe ma solo responsabilità di…
Leggi la storia

Lei mi fa sentire meno sola

Buongiorno Dottoressa, amo seguirla perché mi fa sentire meno sola nel metabolizzare, nel mio cuore, un tema molto delicato: un amore extraconiugale difficile da portare avanti quando nasce il “Noi”.…
Leggi la storia
error: Il contenuto è protetto