E vissero per sempre infelici e scontenti

Esiste il silenzio e il silenzio. Quello minaccioso e quello ansioso. Quello pieno e quello vuoto. Quello condiviso e quello che ci trasferisce altrove, utilizzato come ponte levatoio per essere qui e al contempo lì.
Quanti tipi di silenzio conoscete? Quanti di questi silenzi vi sono rimasti addosso o dentro per un tempo infinito? Quali vi hanno accarezzato e quali tormentato? E quali di questi sono diventati parole o fatti?
Siamo abituati a vivere a suon di rumore e di cicalecci vari, tra urla e notifiche, e del tutto disabituati ad abitare il silenzio. Il silenzio invita all’introspezione, alla calma, all’ascolto. È il luogo dell’incontro: con sé stessi e con il partner. Esistono però delle coppie, che pur essendo coppie di corpo in realtà non lo sono di cuore, e fanno un uso personalissimo del silenzio.
Esiste, poi, il silenzio minaccioso. Quello terribile e profondo che serpeggia nelle non parole. La stanza della non-coppia, di coloro che vivono infelici e scontenti, si riempie di parole non dette che diventano rancori, lance e punteruoli.
Così, parole mute dopo parole mute, quel silenzio denso che danneggia e corrode ogni minima parte sana si insinua in ogni interstizio di pelle e di cuore.
Esiste, inoltre, il silenzio assenza. Due partner, infelici e scontenti, stanno l’uno accanto all’altro, l’uno sotto lo stesso tetto dell’altro, talvolta, l’uno dentro l’altro ma il loro silenzio è vuoto, e mai pieno.
È un silenzio assenza; un buco nero. È il nulla cosmico.
Esiste, per concludere, il silenzio presenza. Il più bello che ci sia.
Quel silenzio sprovvisto di parole vane o abusate e ridondanti ma ben nutrito da tanta presenza, quella che scalda il cuore e il corpo di chi ha il piacere di abitarlo.
Nella prossima riflessione affronterò il tema poco trattato della gratitudine. La semplicità di alcuni valori di cui spesso dimentichiamo l’importanza.

3 Commenti. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu
error: Il contenuto è protetto