Tradimento, amori segreti, crisi di coppia

//Tradimento, amori segreti, crisi di coppia
  • Tradimento e coppia

Il tradimento, oggi, sembra essere la terza modalità di stare in coppia.
Rimanere in coppia è ancora più complesso di ieri.
Le tentazioni sono tante, la tolleranza alle frustrazioni ridotta e la capacità di ricostruzione postuma, compromessa.
La coppia è centrata sul soddisfacimento dei bisogni, manca – spesso – di quell’indispensabile progetto e la manutenzione del legame amoroso.
Le promesse di amore e fedeltà eterna, nel bene e nel male, in salute e in malattia, sembrano ormai essere desuete.

“L`amore liquido è proprio questo: un amore diviso tra il desiderio di emozioni e la paura del legame”.
Z.Bauman

Si tradisce per amore.
Si tradisce per noia.
Si tradisce per inseguire un’emozione.
Si tradisce come antidolorifico, o per esorcizzare la paura della vecchiaia.
Si tradisce per salvare il matrimonio.

Il tradimento è ancora soltanto monopolio maschile?

Facendo un breve escursus storico, il tradimento veniva associato esclusivamente agli uomini, evento accettato e riconosciuto, e addirittura, espressione indiscussa di potenza sessuale e marcata identità maschile.
Il rapporto clandestino, storicamente, è sempre stato di monopolio maschile, a causa dell’errata convinzione che gli uomini avessero un desiderio sessuale costituzionalmente più elevato di quello femminile.
Le donne lentamente ma costantemente, hanno avuto accesso alla sfera del tradimento e, frequentemente, hanno trovato appagamento oltre i confini geografici del matrimonio.
La coppia di oggi, deve obbligatoriamente fare i conti con la “poligamia” o, comunque, con il “tradimento”.
L’adulterio assume gradazioni emotive a seconda del “contesto coppia” in cui abita:

  • per alcuni, è immorale e insostenibile
  • per altri, rappresenta l’elemento indispensabile per sentirsi vivi
  • per altri, una modalità di realizzazione personale
  • per altri, una strategia per esorcizzare la paura della vecchiaia e della morte
  • per chi invece non sa amare davvero –  quindi parcellizzare il sentimento è l’unica soluzione al non amore – è l’unica vera modalità di stare in coppia
  • per altri ancora, una modalità – malsana –  per rimanere in coppia e per salvare i matrimoni traballanti, ed aggiungo io, manutenzionare quelli altrui!

In realtà, i “partners clandestini”, rappresentano l’espressione di una latente e profonda insoddisfazione coniugale, emozionale e sessuale.

Tradimento e sofferenza

I tradimenti – seriali od occasionali, stagionali o stabilmente presenti nella vita degli adulteri –  sono spesso la causa di dolorose fratture e separazioni.

  • Cosa accade all’interno della coppia quando uno dei due protagonisti si coinvolge “altrove”?
  • Quando trova “altro” come medicina per la propria pelle ed i propri sensi?
  • Quando tradisce per appagare malesseri, turbamenti del corpo e dell’anima?
  • Quando compensa desideri repressi o rimossi?

La scoperta del tradimento: cosa accade?

La scoperta del tradimento è uno dei momenti più dolorosi della vita di una coppia, rappresenta il crollo della stima, del rispetto, della fiducia verso l’altro.
Il dolore investe tutti gli ambiti della vita psichica.
Attacca e corrode il narcisismo e l’autostima;  per sfociare, poi, in una crisi a catena, della coppia e del nucleo familiare.
Il partner tradito si porrà infinite domande:

  • Da quanto tempo mi tradisce?
  • Se lo ha fatto una volta lo avrà  fatto altre volte? Sempre?
  • Perché proprio a me?
  • Cosa gli manca?
  • Quanto la desidera?
  • È più bella di me?
  • Più giovane?
  • Più sensuale?
  • Più audace?
  • Più seduttiva?
  • Quante volte avranno fatto l’amore?
  • Dove?
  • Nel mio letto?
  • Nella nostra casa al mare?

E così via..

Testimonianza sul tradimento

Gentile dottoressa Randone,
Ho scoperto da qualche mese che mio marito mi tradisce da sempre con una donna più giovane di me.
Ho letto le loro email d’amore e di passione.
Promesse di fedeltà eterna.
Giuramenti sulla tomba di sua mamma sul non amore per me.
Le scriveva che mi avrebbe lasciato da lì a breve, non appena nostra foglia sarebbe diventata più grande e più autonoma.
Io avevo lasciato il lavoro per  dedicarmi alla mia famiglia, a lui, alla bambina, smarrendo me.
Sono a pezzi.
Ho fatto succedere uno scandalo, la signorina in questione è mamma anche lei, e sposatissima.
Adesso, ironia della sorte, lei lo ha lasciato!!
Il marito di lei, scoperto il tutto, l’ha perdonata, lei ha negato, e stanno amorevolmente insieme, si figuri che lei aspetta un bambino dal marito.
Sono davvero disgustata dalla vita…
Io sono a pezzi, mio marito dice di avere sbagliato e vuole solo me!
Ma è mai possibile?
Mi aiuti per favore…

Conclusioni

Spesso, nell’intimità del mio studio, mi trovo a custodire catartiche confessioni di coniugi adulteri che, tra le righe dei loro racconti, mi chiedono con la totale assenza di giudizio, suggerimenti e strategie di sopravvivenza all’amore coniugale.

Gli “amori segreti” sembrano seguire sentieri paralleli, autonomi, a volte scevri da sensi di colpa, concimati da sentimenti di gratitudine verso l’amante.
La società di oggi, esalta, enfatizza e legalizza la realizzazione e la soddisfazione personale ed anche per questo motivo, l’adulterio è sempre più dolorosamente  presente all’interno delle famiglie di oggi.
Le vittime del tradimento aumentano con modalità esponenziali.

L’adulterio riamane sempre e comunque un sabotaggio al legame, decodificarne i contenuti, conoscerne le gradazioni emozionali o corporee, equivale a conoscere se stessi e la propria coppia.

By |2018-10-14T09:53:20+00:0012 settembre, 2016|Categories: Tradimento|Tags: , , |

4 Comments

  1. lEI 68 6 settembre 2017 al 8:59 - Rispondi

    Gentile Dottoressa,
    seguo con interesse i suoi scritti, in particolare quelli riguardanti questo argomento, e ho pensato di raccontare la mia esperienza, pe provare a decodificare certi comportamenti insieme a Lei.
    Da 16 mesi è riapparso nella mia vita un ex di gioventù. Entrambi cinquantenni, impegnati e con figli adolescenti, non siamo riusciti a rinunciare alle emozioni che ci hanno fatti tornare adolescenti. Ma entrambi abbiamo deciso di non lasciare la famiglia, per i ragazzi, ma anche per i nostri partners, estremamente dipendenti da noi.
    All’inizio di questa storia, per mia inesperienza e superficialità, mio marito mi ha scoperta ben 4 volte, e altrettante perdonata. Adesso sa che il e il mio ex siamo in contatto, ma esclusivamente da amici, ed anche se infastidito da questa cosa, continua a tollerarla.
    Io gli ho detto chiaramente che non lo amo più, ma per lui provo solo affetto e attaccamento per tutti gli anni trascorsi insieme, e che non lo desidero fisicamente. Lui ha detto che a lui basta, anche se per me prova molto di più.
    A parte la sofferenza iniziale, che gli ha portato gastrite e d insonnia, adesso sembra tranquillo, quasi rassegnato.
    Lei come interpreta questo apparente equilibrio?

    • Valeria Randone 6 settembre 2017 al 18:17 - Rispondi

      Gentile Signora,
      non esiste un apparente equilibrio, esiste una crisi mal celata, un compromesso che si chiama rassegnazione, o separati in casa, dei segnali prodromici di separazione, una separazione di anima e di corpo.
      Secondo la mia esperienza clinica una crisi può anche diventare risorsa, ed un tradimento può anche essere perdonato – ma non dimenticato – ma bisogna lavorarci su, davvero tanto.
      Un caro saluto.

  2. Cristina 6 febbraio 2018 al 22:34 - Rispondi

    Gentile Dottoressa,
    mio marito mi ha confessato il tradimento pocompiu’ di un anno fa’… è stato devastante, l’ho aggredito verbalmente e fisicamente rischiando di non riuscire a fermarmi, ho altalenato fra momenti di benessere a momenti in cui l ossessione tornava. Ho cercato in internet una tipologia di tradimento come quello che ho subito, ma non ho trovato nulla. Premetto che stavamo attraversando un periodo di lutti e malattie gravi dei nostri genitori, quando in mio suocero si è conclamato l Alzhaimer una persona che si occupava dei suoi affari immobiliari ha contattato mio marito, visto che il padre era completamente senza memoria. A mia suocera – mancata dopo pochi mesi per un blocco intestinale – quella persona non piaceva ma non ha mai detto perché. …forse per pudore . Quella persona è una donna che mirava al patrimonio di mio suocero, ha attirato con una scusa mio marito in un appartamento e li’ è andata al sodo sollecitandogli le parti intime, lui non era piu’ lui, appena finito si è reso conto del guaio e se ne è venuto via. (Questo il suo racconto). Questa donna ha frequentato la mia casa , ho avuto piu’ di una volta qualche dubbio ma non sono mai andata fino in fondo perché pensavo di potermi fidare delle conoscenze di mio suocero. Ora questa persona è stata denunciata perché ha raggirato parecchie persone con lo stesso sistema, ricatto di spifferare il tradimento. Mio marito ha confessato quando il raggiro è venuto allo scoperto, pensavo gli prendesse un malore, so che e’ pentito , aveva voluto venire anche lui dalla psicologa per capire il perché si fosse lasciato trascinare in quella situazione. So che mi ama, ma io vorrei sentirmi rassicurata del mio essere migliore della truffatrice anche sul piano sessuale….a me pesa il fatto che comunque io ho fatto sesso solo con lui e mi sento umiliata dal suo tradimento. E sicuramente sono ancora molto arrabbiata con me stessa per non aver dato ascolto alle mie sensazioni. Non lo aggredisco piu’ fisicamente – ho picchiato tanto e forte e lui le ha prese nonostante sia forte- , poche volte verbalmente . Abbiamo trascorso il week end sul lago di Garda, siamo stati bene, ma tornati a casa sono andata in crisi …..sempre per le mie aspettative andate deluse: mi sarebbe piaciuto mi avesse parlato dei suoi sentimenti di allora, glielo ho chiesto tanto in questi mesi, capisco che sia difficile anche per lui, ma io ne ho bisogno . Ora sto seriamente valutando di andare via da casa, ho una casetta che si liberera’ fra pochi mesi …. ma sono tanto insicura e mi spiace per i miei figli anche se sono grandi. Mi scusi Dottoressa, ma stasera avevo bisogno di parlare e sono capitata qui a raccontare del mio tradimento ….. posso ancora fidarmi ? Passera’ mai del tutto….tenuto conto che comunque ci sono delle indagini in corso per la truffa finanziaria e quindi non ci si può ancora lasciare tutto alle spalle? Sono ad un bivio….Non so che strada prendere

    • Valeria Randone 7 febbraio 2018 al 7:26 - Rispondi

      Cara Signora,
      non deve scusarsi affatto.
      Immagino il caleidoscopico ventaglio di emozioni, sensazioni, e stati d’animo che abitano in lei.
      Il perdono e la ricostruzione però, passano da una reale elaborazione, ed una vacanza al lago – se pur romantica – non può bastare.
      Vi suggerisco invece, una consulenza di coppia.
      Luogo non giudicante, accogliente e empatico, dove poter dipanare la matassa emozionale e trasformare la crisi in risorsa.
      Mi creda che è un percorso possibile.
      Un affettuoso saluto.

Scrivi un commento

error: Content is protected !!