Articoli

  1. Home
  2. Articoli
  3. (Pagina 4)
Pornografia e immaginario erotico
Articoli

Pornografia e immaginario erotico, come internet ha stravolto le fantasie

6 Commenti

Non molto tempo addietro, un possibile incontro amoroso\ sessuale, veniva anticipato, nutrito, arricchito, innaffiato, da desiderio del mondo dell’altro, dalla fantasia relativa ai particolari di quell’incontro, di quell’uomo, di quella donna….. oggi, tutto questo non avviene più e dalla fase del desiderio al passaggio all’atto della pulsione erotica, il passo è breve e la soddisfazione è immediata e genitalica, senza grande riverberi emozionali postumi.

Una ricerca confronta studenti italiani e svedesi per sondare l’immaginario erotico ai tempi di Internet
.

Le preferenze delle due categorie sono contenute nella ricerca “Sessualità e Internet” condotta dalla Prof. Chiara Simonelli, psico-sessuologa dell’Università Sapienza di Roma, mia cara amica e docente e, Marta Giuliani, del dipartimento di psicologia dell’Istituto di Sessuologia clinica.


Figli e calo del desiderio
Articoli

Figli, parto e calo del desiderio sessuale

0

Ricevo frequenti richieste di consulenze, relative il presunto calo del desiderio sessuale, che tende a mansifestarsi immediatamente dopo il parto.

Mamme spaventate, preoccupate, sconfortate, mi scrivono in preda al panico, per comprendere se il silenzio della loro sessualità è sano, normale, quanto durerà e soprattutto chiedono quando passerà.

Contestualizzare il momento storico in cui si manifesta il calo del desiderio sessuale, diventa il primo passo che noi clinici dovremmo fare per la disamina attenta della problematica.
Il dopo parto, che trattasi di venti giorni o di qualche mese, è un momento estremamente complesso, a causa delle nuove dinamiche che si vengono a creare in casa, per il difficile e complesso passaggio da due a tre, o da tre a quattro, per la fatica fisica e psichica dalla mamma in particolare e dei genitori in generale e per le caratteristiche ormonali e psichiche dell’allattamento.


omosessualità femminile
Articoli

Quando lei ama lei, psiche e sessualità

0

Durante la mia pratica clinica quotidiana, mi capita spesso di custodire dolorose confessioni di donne che ad un certo punto della loro vita, si ritrovano coinvolte in un amore omosessuale.
Mi chiedono quale possa essere la motivazione di questo “giro di boa” dell’affettività/intimità, cosa può essere accaduto nella loro vita psichica e relazionale che le abbia spinte tra le braccia di una donna e soprattutto perché?

Il preliminare del sesso orale
Articoli

Dal preliminare del sesso orale all’esplorazione dell’intimità

4 Commenti

Questo articolo nasce dall’esigenza di fornire una chiave interpretativa al preliminare del sesso orale, tanto chiacchierato e spesso demonizzato.
Ricevo tante richieste di consulenza contenenti disagio, sconforto e spesso disgusto associato alle possibili richieste da parte del partner, di mettere in scena il preliminare del sesso orale.
Donne infastidite ed uomini disgustati, sono frequentemente i protagonisti di questo marcato evitamento.
Vorrei partire da lontano per spiegare la nascita del sesso orale e mi rifarò in parte, alla teoria di Freud del “perverso polimorfo” e delle fasi dello sviluppo sessuale del bambino.
Freud definiva con “questa definizione”, il bambino che ancora non regolamentato dalla censura e dalla morale genitoriale, esplorava tutte le vie del piacere corporeo.

Uomini e preservativo, un rapporto difficile
Articoli

Uomini e preservativo, un rapporto difficile

6 Commenti

Da sempre imputato di colpe immani, di defezioni sessuali, di essere il maggiore responsabile dell’ansia da prestazione, il preservativo, sembra essere il protagonista assoluto di un rapporto difficile tra uomini e protezione.

Il profilattico, soprattutto nell’immaginario giovanile, viene accusato di recare meno sensibilità e di compromettere l’erezione, rendendola vulnerabile ed incerta.
Il preservativo inoltre, viene visto e vissuto, come una  vera “barriera” durante l’intimità, a causa del  materiale con cui è fatto, che è ben altro dalla pelle, ma soprattutto perché il doverlo indossare, interrompe dal punto di vista temporale l’intimità, spesso compromettendola.

vampirismo
Articoli

Bere il sangue umano o mangiare l’altro di baci. Il vampirismo

1 Commento

Dal grande schermo alla vita reale, dagli attori cinematografici ai ragazzi comuni, il “vampirismo” diventa realtà, una pericolosa e destabilizzante realtà.
Pediatri e psicologi, riuniti in un corso di ‘Adolescentologia’ a Nervi, denunciano la pericolosità di questa moda/dipendenza. (12 maggio c.a)
I relatori sono la professoressa Teresa de Toni dell’Università degli studi di Genova, ed il direttore dell’Istituto di Ortofonologia (IdO), Federico Bianchi di Castelbianco, dando vita alla prima giornata di riflessioni.

error: Il contenuto è protetto