Riflessioni sull’amore

valeria randone psicologo sessuologo clinico

Nuova sezione  del sito, meno scientifica e più colloquiale, chiamata “Riflessioni sull’Amore”, ma in realtà trattasi di riflessioni sulla vita in generale.

La vita di tutti noi.

Se vi fa piacere, potete scrivere le vostre opinioni in calce all’articolo, unitamente alle vostre emozioni e, se avete qualche dubbio o necessita, potete richiedere una breve consulenza.

Spero sia di vostro gradimento.

In evidenza

Le mie riflessioni

La solitudine sentimentale e gli imbrogli. Per chi si accontenta

Talvolta la solitudine sentimentale prende il sopravvento e occupa tutte le stanze della vita. Talvolta si traveste da scelta, da introspezione, da avversione. Altre volte serpeggia sotto pelle, diventa portatrice sana di fragilità psichiche e confonde un legame qualunque per amore. Il chiodo scaccia chiodo di chi non sa abitare con se stesso è un…

Social che vai, pensatore che incontri

Aforismi, frasi riciclate, frasi fatte e frasi altrui fatte proprie (e molte copiate per intero dai siti altrui!). Immagini sensuali, provocatorie, ammiccanti ed esplicite. Immagini e pensieri rubati, sulle quali si mette il timbro della propria maternità. App varie, seguono incontri vari ed eventuali. C’è anche chi, mosso da un raptus famelico e incontrollabile, estrapola…

Il sesso e le parole. Il silenzio nuoce gravemente alla salute (sessuale)

In un’epoca di immagini, del cicaleccio petulante delle chat, strattonati dalla dittatura del momento, le parole e l’attesa sembrano non avere più diritto di cittadinanza, soprattutto sotto le lenzuola. Il tutto e subito prende il posto dell’attesa. Il sexting del corpo a corpo, e degli occhi negli occhi. Il Viagra del desiderio e dell’erotismo. E…

La Stampa parla di figli. I mille modi di essere genitori

Un’adolescente dice no ai figli. Non ne vuole sentire parlare, per quale motivo non è ben chiaro. Forse è una figlia infelice, forse ha dei genitori opprimenti, anaffettivi, non pervenuti. Forse non vuole ingrassare e teme di deturpare il suo corpo. Forse ha paura di non essere all’altezza del ruolo. O forse è spaventata dalla…

Occhio che non vede, cuore che non duole. Purché rincasi

Conflitti a fuoco alternati a indifferenza e dimensione tiepida dell’esistenza. Coppie armate e colleriche, tradimenti plurimi. Chat, social, dual sim e appartamenti in periferia. Uomini chiusi nello sgabuzzino delle scope nel tentativo di inviare un discreto sms, e cellulari senza suoneria o a pancia in giù. Però, purché rincasi! Solitamente stiamo parlando dell’amato marito. Insomma,…

I cani non mentono sull’amore e ci verranno a trovare in ospedale

I nostri amici a quattro zampe sono stati promossi a parenti a tutti gli effetti, senza se e senza ma. Il decreto di fine novembre ha stabilito che i nostri animali, dopo svariati controlli, potranno venire a trovarci in ospedale, cani o gatti che siano. (Dovrò soprassedere sul cavallo!) Quando ci ammaliamo e veniamo ricoverati,…

AAA, amore cercasi. Cercasi un amore a tempo indeterminato

AAA cercasi. Cercasi un amore sano, che emozioni e che si emozioni, audace e coraggioso, che non si risparmi e che non risparmi. E che regali sogni. Astenersi gli apprendisti amatori, gli improvvisati, gli impostori, i domatori. Non di leoni, ma di emozioni. I paurosi, i chattatori compulsivi, gli adulteri cronici, i narcisi. Cercasi un…

Identikit di un infedele. Controllare le avvertenze, potrebbe avere effetti collaterali

L’infedele è colui (o colei, per evitare equivoci) che tradisce in cronico. Che millanta. Che seduce e che delude. Che ruba l’anima e che ne beve il siero. È colui che ammanetta alla sua ambivalenza spacciandola per discrezione. È colui che ha il telefono strategicamente senza campo quando non desidera essere disturbato. È colui che…

Catania, mamma lancia dal balcone il suo bambino di mesi tre

Una madre muore insieme al suo bambino. E muore per ben due volte. Deve sopravvivere senza di lui, senza nessuno sconto di pena da parte della sua psiche. È stata accusata di averlo lasciato volutamente dal balcone. Le ipotesi dell’incidente e del disturbo psichico sembrano essere state escluse. Il piccolo aveva tre mesi, ci troviamo…

Toglietemi tutto, ma non la scrittura

Dal mio posto di scrittura, quindi, posto del cuore, vedo l’Etna, un albero di fichi, la pietra lavica di un muro che protegge la mia casa e i miei pensieri, i miei ciclamini e la mia anima. La colonna sonora rimane il russare del mio inseparabile cane, e l’odore di qualche infuso speziato. La scrittura…

error: Il contenuto è protetto