Valeria RandoneNuova sezione  del sito, meno scientifica e più colloquiale, chiamata “Riflessioni sull’Amore”, ma in realtà trattasi di riflessioni sulla vita in generale.

La vita di tutti noi.

Se vi fa piacere, potete scrivere le vostre opinioni in calce all’articolo, unitamente alle vostre emozioni e, se avete qualche dubbio o necessita, potete richiedere una breve consulenza.

Spero sia di vostro gradimento.

Gli eterni Peter Pan, il randagismo psichico

Si definisce randagismo la sfortunata condizione di un cane senza fissa dimora, senza un amorevole padrone da cui rincasare, senza un tetto e senza una ciotola a tempo indeterminato. Un cane che sposa la solitudine: subita, non voluta. Il randagismo diventa psichico quando si impossessa degli esseri umani, o quando gli esseri umani si impossessano […]

La caffettiera del masochista, coppia e comunicazione

Nel mezzo del cammino della mia formazione, mentre cercavo di capire come funzionava e come non funzionava una coppia, mi sono imbattuta in un libro dalla copertina atipica, intitolato “La caffettiera del masochista”. L’immagine rappresentava un paradosso; in realtà, la caffettiera in questione aveva il beccuccio, da cui sarebbe dovuto uscire il caffè bollente, dallo […]

Cara sessualità ti scrivo…

Cara Sessualità, passano gli anni e tu peggiori. Non benefici del tempo che passa, come accade alle belle signore, ma ti impolveri di tanto altro da te. Ti hanno resa libera, trasgressiva, audace e liquida, cosi, invece di aumentare il tuo fascino hanno depotenziato la tua intensità. Ti hanno, poi, drogata, anzi, dopata – confondendo […]

Oggi, giornata mondiale dell’Alzheimer. Noi, senza ricordi

Un senso di estraneità si impossessa di chi amiamo. Lui, o lei, non ci riconosce più. Non sa chi siamo. Cosa abbiamo fatto per lui o con lui. Se lo abbiamo amato, odiato, accudito o tradito. Se ci ha regalato una fede al dito o un figlio. Se la sua esistenza nella nostra vita ci […]

Amori senza fine. L’esercizio di autodifesa psichica

L’amore annebbia, rende ciechi, scava solchi invisibili che non sempre conducono alla luce. Quando si decide di accompagnare alla morte un amore sarebbe utile ricordarne il passato per evitare di smarrire i suoi contenuti e le note dolenti che hanno fatto da colonna sonora a quel legame. Quando un amore muore, solitamente, si è trattato […]

Sopravvissute. Sopravvivere a un amore

Anziani e sopravvissuti hanno molto da raccontarci e insegnarci. Coniugare la parola sopravvivere – stato d’animo di chi ha scampato un pericolo mortale – con la parola amore -,sentimento elitario che scalda il cuore ed aiuta a crescere – sembra un esercizio di fantasia, anzi, un’eresia. Eppure, si può anche sopravvivere a un amore. Non […]

La voce, un caldo abbraccio

C’è chi abbraccia con le braccia, chi con le parole scritte, chi con la mente, e chi con la voce. Già in utero veniamo cullati dal dondolio regressivo del liquido amniotico e dalle vibrazioni delle parole di chi ci ama e ci tiene a bordo. Crescendo smarriamo l’importanza del tono di voce – della nostra […]

Lezioni di educazione sessuale per i futuri preti?

I preti sono persone. Le persone non sono sprovviste di sessualità. La fede non azzera la sessualità. Ed ogni proibizione amplifica il desiderio. Mettiamo insieme questi quattro punti ed abbiamo una bomba ad orologeria. Sempre. Abbiamo, poi, il buon senso, il credo religioso, i dossi e i rallentatori del piacere, la censura, l’intelligenza, talvolta tutto […]

A cosa serve un marito?

La domanda sembra brutale, ma il senso è più o meno questo. In realtà, le domande poste ad alcune delle mie pazienti per uno studio, riguardavano il ruolo ed il significato di un marito nella loro vita: concreta ed affettiva. Le risposte ricevute sono state le più svariate, e tutte, più o meno, ricordavano gli […]

C’è chi dice no e chi dice me too

Dire no, non è facile. Per dirlo ad alta voce e con tono perentorio e convincente, bisogna essere adulti, coraggiosi e risolti. C’è chi dice ni, nella speranza che all’altro arrivi come un no. C’è chi dice no, ma viene ugualmente interpretato come un si. E c’è chi dice no molto dopo, a posteriori, fomentando […]